CHIEDILO AL TUO BARBIERE: MATTIA

Nuovo giorno, nuova intervista. Oggi Mattia è venuto in nostro soccorso per aiutarci a rispondere alle domande più comuni di questa quarantena. Se siete incerti su come prendervi cura di barba e capelli tra una spunta e l’altra, non vi resta che mettervi comodi e leggere questi consigli!

Qual è il prodotto a cui non puoi assolutamente rinunciare durante la quarantena?

Su questo non ho dubbi! È il Gel Esfoliante Anti-stress, il mio prodotto preferito. Purtroppo ho una pelle molto delicata, tendente al secco e, chiaramente, si desquama molto facilmente. Se non le sto dietro tende a sporcarsi molto sul naso e sulla fronte ed è proprio un disagio. Un buono scrub come questo è perfetto anche per la mia pelle così delicata e mi è veramente d’aiuto.

Qual è il prodotto che hai riscoperto durante la quarantena?

Burro Lucidante Tatuaggi, che ho riscoperto più che altro per una questione di tempo. Ora che sono più libero mi viene in mente di prendermi cura dei tatuaggi, cosa che ammetto di non fare in condizioni normali. Ed è interessante perché non essendo un prodotto che usiamo sui clienti, ho avuto la possibilità di scoprirlo. Già in una settimana i colori hanno ripreso una lucidità che avevano perso. Sto persino facendo delle foto per documentare i progressi.

Qual è il look perfetto per la quarantena?

Tuta e pigiama? – Ridiamo insieme sulla battuta. – Dipende sempre da cosa hai da fare, naturalmente. Se c’è una cosa che sto imparando, però, è che la videochiamata è sempre dietro l’angolo, quindi il mio consiglio è di essere sempre e comunque pronti e ordinati. Se hai i capelli molto lunghi come i miei, la coda di cavallo è la soluzione migliore, ordinata e pulita. Ci si può aiutare con un po’ di Pasta Modellante Effetto Naturale per tenere in ordine la parte superiore e dare volume alla coda.

I miei capelli iniziano ad essere troppo lunghi e disordinati. Come posso accorciarli?

Ho visto sui social una marea di disastri. Il mio consiglio è comunque di aspettarci ed evitare di agire troppo da soli. Però se proprio non se ne può fare a meno, nel caso di capelli lunghi come i miei, il modo migliore di entrare in azione è questo. Lo sto facendo su di me in questi giorni: prendo delle sezioni piccole e arrotolo la ciocca intorno al dito -tipo torchon- e lascio un ciuffo fuori per un taglio in diagonale, mi raccomando, mai diritto. Questo garantisce un effetto naturale. Ovviamente più grande è la sezione minore è la possibilità di fare un disastro. Serve occhio e se lo fai su sezioni più piccole, rischia di diventare difficile replicare sempre la stessa misura.

Ho provato ad accorciare i capelli e ho fatto un disastro. Come posso rimediare?

Se hai una chioma lunga come la mia, rimediare è sempre semplice. Il bello del capello lungo è che i danni si nascondono di più in un incastro di capelli che nasconde bene l’errore. Sul capello corto lo stesso errore si noterebbe molto di più. Io stesso ho lunghezze differenti sui lati, ma nessuno lo nota. L’importante è cercare di non esagerare mai a tagliare, anche quando si prova a rimediare, e se potete, aspettate sempre noi.

C’è qualcosa di diverso che devo fare per prendermi cura dei capelli durante la quarantena?

Se sono lunghi, lasciamoli spesso liberi di respirare. Il Burro Nutriente Restitutivo è un prodotto ottimo anche senza risciacquo. Approfittiamo di questo momento di tempo libero per usarlo come maschera e rivitalizzare il capello migliorandone la struttura alla base. Il capello lungo ha ancora più bisogno di cure di un capello corto. E, cosa più importante, ora che non siamo di fretta, mai asciugarci i capelli col phon, che spesso dimentichiamo essere il nemico numero uno dei nostri capelli.

Ora che ho più tempo da dedicare a me stesso, come posso migliorare la mia rasatura?

Potrebbe essere il momento di inserire nella nostra routine prodotti che preparano la pelle alla rasatura, come un olio che ammorbidisce il pelo e aiuta lo scorrimento della lama sulla pelle. Questo è un passaggio che viene spesso saltato e si passa subito alla rasatura, per mille motivi: pigrizia, fretta o per la poca conoscenza sul tema. Un po’ d’olio, però, da solo giovamento alla pelle, riducendone enormemente lo stress. Inoltre, se vogliamo ricreare a casa l’atmosfera della barberia, perché non mettere in freezer un panno umido, per applicarlo poi bello ghiacciato sul viso dopo la rasatura? Oltre ad essere molto piacevole, aiuta a chiudere bene i follicoli e rienergizzare la pelle.

Cosa ti manca di più del lavoro in barberia questi giorni?

Ovviamente il contatto con le persone. Da anni sono abituato ad avere tante persone intorno, sia clienti sia colleghi. Mi mancano le risate, gli scherzi, le battute in quell’ambiente molto solare e familiare con quel rapporto di complicità con tutti i clienti. – Mi spiega con aria sognante. – Ora stare chiuso in casa non è fantastico. All’inizio sembrava quasi un momento di pausa, ma già dopo una settimana è diventata davvero pesante. Non poter fare il lavoro che mi piace fa davvero male.