CHIEDILO AL TUO BARBIERE: LUCA

Quinto giorno, quinta intervista. A venire in nostro soccorso tra i barbieri di Bullfrog oggi è Luca, che risponderà a sua volta alle domande della quarantena. Se ad esempio state per azzardare un taglio di capelli o avete già provato e avete fatto solo danni, questo è il momento di prestare attenzione!

Qual è il prodotto a cui non puoi assolutamente rinunciare durante la quarantena?

Sicuramente la Pasta Modellante Effetto Naturale. Diciamo che, sinceramente, vista la situazione attuale non sto usando moltissimi prodotti, ma in generale, tra tutti, questo è quello che uso di più. Dopo che sciugo i capelli, ne metto sempre un po’ per evitare di ritrovarmeli appiattiti sulla fronte, così da dare la giusta impostazione alla mia pettinatura.  

Qual è il prodotto che hai riscoperto durante la quarantena?

Stando chiuso in casa, ho molto più tempo da dedicare alla rasatura e mi piace concedermi un momento per mettere un gel rinfrescante sul viso dopo essermi rasato. È una cosa che prima non facevo mai, un po’ per la fretta costante, un po’ per la pigrizia. Ora ho iniziato a usare il Siero Idratante Anti-stress, che è stata una scoperta. Mi lascia proprio rinfrescato oltre che lenire la pelle, una bellissima sensazione!

I miei capelli iniziano ad essere troppo lunghi e disordinati. Come posso accorciarli?

Allora, non è facile. Farseli da soli non è una cosa semplice nemmeno per chi lo fa di mestiere. Chiunque altro parte chiaramente svantaggiato. Fate una cosa minima per definire giusto dettagli e rimare ordinati: seguite con la macchinetta il contorno delle orecchie e del collo per togliere quei capelli di troppo. Se invece volete osare di più, munitevi di uno specchio per vedervi bene anche dietro. È meglio non azzardare una sfumatura, che diventa una cosa davvero complicata: state su misure più lunghe su tutti i lati senza mai arrivare allo zero. Per il sopra la cosa più semplice senza rovinare tutto, se hanno una lunghezza adeguata, è bagnarli bene, pettinarli verso l’alto e tagliare in maniera uniforme su tutta la testa, tagliando sezioni piccole: mai ciocche intere di capelli. Per evitare di fare casini, comuqnue, meglio non avventurarsi in questo.

Ho provato ad accorciare i capelli e ho fatto un disastro. Come posso rimediare?

Dipende un attimo dalla situazione. Sulla fronte c’è poco da fare: va tagliato tutto. Se il casino è più sulle basette o sul collo hai margine per rimediare, ma è l’unico caso. Armati di pazienza e cimentati nella tua prima sfumatura. È l’unico modo che hai per sistemare un po’. Io mi creo una base per tutta la sfumatura con un distanziatore. Man mano vado a scendere dalla nuca fino al contorno di orecchie, basette e collo, diminuendo la lunghezza fino allo zero o giù di lì.

Non sono in grado di tenere in ordine la barba. Devo per forza radermi?

Ma no, dai! Secondo me un minimo di manutenzione si può sempre fare. Gestire la lunghezza è sicuramente la parte più difficile, perché si rischia sempre di fare buchi. Meglio concentrarsi sui contorni, invece. Anche solo con il rasoio elettrico potete seguire la forma della barba per mantenerla pulita; così è difficile fare errori. Infine, la manutenzione ordinaria comporta sempre spazzolarla: mai pettini dei capelli con denti stretti, che strappano i peli. Un po’ di Agnostico farà tutto il resto, specie per le barbe fitte e ricce e per idratare la pelle sottostante, che ha bisogno di particolari attenzione.

Qual è il modo migliore di regolare la barba col rasoio elettrico?

Dipende dalle lunghezze e da cosa si desidera ottenere. Pe runa misura uniforme basta accorciarla con la stessa misura ovunque. Si può fare, però, anche un effetto graduato, usando una misura più lunga sul pizzo e, avvicinandosi alla basetta, diminuendo la lunghezza. Per i contorni si può sempre tentare una sfumatura, da zero sui contorni, andando a collegarsi progressivamente alla misura della barba. Se invece vogliamo una barba più definita, tracciamo prima una linea netta con la macchinetta, per poi pulire il resto con un rasoio.

Sarebbe meglio approfittare della quarantena per radersi meno?

Secondo me sì, dai. Se sei abituato a raderti tutte le mattine o ogni due giorni, approfittane per lasciare un po’ più di respiro alla pelle facendo crescere la barba. La rasatura toglie sempre strati di pelle e aspettare di più può essere il giusto modo per darle il tempo di rigenerarsi. E poi chi lo sa, magari scopri che stai bene con la barba e non cambi più look.

Cosa ti manca di più del lavoro in barberia questi giorni?

Adesso diciamo che la quarantena sta diventando pesante. Essendo lì tutti i giorni, specie per me che è già qualche anno che lavoro lì, ho instaurato rapporti profondi con colleghi, ma anche con clienti che vedo spesso. Anche il lavoro in sé, sinceramente. È un lavoro che è anche una forma d’arte e non poterlo esprimere quotidianamente mi comincia a mancare.